La delusione non è generata dagli altri, ma dalle nostre aspettative

Chi non si è mai sentito deluso da una persona? La delusione è un sentimento di amarezza, che fa soffrire e che tutti conosciamo molto bene.

Non dobbiamo, però,  vedere la delusione solo nel suo aspetto negativo, ma dobbiamo guardare oltre la sofferenza, in quanto è  un sentimento che può rivelarci molto di noi: può  farci capire chi siamo, perché siamo stati delusi e cosa vogliamo dagli altri, oltre che dalla vita.

Il più  delle volte infatti siamo delusi non dalle persone, ma dalle nostre convinzioni e dalle nostre aspettative. Queste nascono nella nostra mente ed  inconsapevolmente pensiamo a  ciò che potrebbe essere ed a come vorremmo che fosse.

Attribuiamo la colpa della nostra sofferenza agli altri, in quanto pensiamo che abbiano tradito la nostra fiducia, in realtà siamo stati noi ad aver visto ciò che abbiamo voluto vedere ed anche ad  interpretare le situazioni secondo le nostre logiche personali e secondo le nostre convinzioni. Le persone sono quello che sono, siamo noi  infatti ad averle idealizzate e sopravalutate, perché avevamo bisogno che fossero come noi le volevamo.

Siamo stati noi a pensare  che gli altri si sarebbero comportati come avremmo fatto noi, quando invece ognuno di noi è diverso dagli altri ed agisce a modo suo. Spesso non esitiamo a dare tutto per scontato, ci  aspettiamo dalle altre persone ciò che non possono darci,  ci fa comodo credere  che siano cambiate improvvisamente o che possano cambiare o ci  illudiamo che noi possiamo cambiarle e così troppe volte ci sacrifichiamo  per gli altri, aspettandoci  altrettanto da loro.

Non sono quindi gli altri a dover cambiare, ma noi! Siamo noi a dover modificare il nostro modo di pensare  e ad iniziare ad osservare tutti quei segnali, che derivano dalla realtà e che invece non vediamo, in quanto siamo accecati dai nostri desideri e dalle nostre aspettative.

 

Precedente Ciò che vediamo dipende dal nostro sguardo Successivo La semplicità passa dalla complessità