Chiedere scusa: perché è così difficile

Chiedere scusa è un comportamento, che ci è stato inculcato fin da piccoli e che indica non solo gentilezza, ma anche grande intelligenza.

Per molte persone, però, è un’azione estremamente difficile, perché non hanno la  capacità di autocritica ed il coraggio di riuscire ad ammettere un errore. Interpretano inoltre le reazioni degli interlocutori come un attacco alla propria persona e non come un rimprovero per la  semplice azione, per cui il chiedere scusa per loro significa mettere in discussione non il proprio operato in un determinato contesto, ma se stessi.

In questo caso non si tratta solo di orgoglio, quanto dell’incapacità di distinguere l’azione dalla persona nel suo complesso e si tratta dell’incapacità di capire anche il punto di vista ed i sentimenti degli altri.

Da alcune ricerche è emerso che sono meno propensi a chiedere scusa coloro che hanno una bassa autostima e che  dopo uno scontro avvertono più vergogna e dispiacere per sé, che colpa per aver offeso altre persone. Per loro  il senso di vergogna nei confronti di se stessi è infatti più pesante del senso di colpa.

Per molti invece chiedere scusa viene interpretato come un atto di debolezza, che temono possa permettere poi all’ interlocutore  di avere la meglio su di loro, per cui preferiscono la distanza emotiva e rimanere in quello stato di irritabilità, che consente loro di non abbassare la guardia.

Chiedere scusa, invece, se fatto sinceramente e con l’intento di affrontare le situazioni, non è un atto di debolezza, ma è un atto di coraggio, proprio di chi sa mettersi in discussione, andando oltre all’ orgoglio ed alla presunzione  e di chi è capace di assumersi le proprie responsabilità e di avere delle buone relazioni,  basate sulla sincerità.

Dalla parte opposta, invece, ci sono persone, che si scusano continuamente con tutti e su tutto, persino quando non c’è alcuna necessità. Una cosa, però, sono le scuse necessarie, quando si sbaglia e ciò è una dimostrazione di forza d’animo, altro è il farlo sempre.  E’ un atteggiamento dannoso, che deriva dalla bassa autostima, dall’ insicurezza e dal bisogno di compiacere gli altri e che fa sentire chi lo compie perennemente debole ed inadeguato.

 

Precedente Le parole possono far male, ma talvolta il tacere può annientare Successivo E' impossibile piacere a tutti